ULTIME MODIFICHE DELLA LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 22 GIUGNO 2017 “MISURE DI SEMPLIFICAZIONE E LINEE GUIDA DI SUPPORTO AI COMUNI IN MATERIA DI GOVERNO DEL TERRITORIO”

Data pubblicazione:
28 Giugno 2017

E’ stato pubblicato sul BURC n. 50 del 22/06/2017 il testo della L.R. n. 19 del 22 giugno 2017 che modifica l’art. 5 della Legge Regionale n. 9 del 7 gennaio 1983 – Norme per l’esercizio delle funzioni regionali in materia di difesa del territorio dal rischio sismico.

Nello specifico:

1 – il collaudatore in corso d’opera, nominato dal committente o dal costruttore che esegue in proprio, controlla, prima dell’inizio dei lavori, i calcoli statici ed esercita la vigilanza in concomitanza al processo costruttivo delle opere denunciate ai sensi del precedente art. 2. Il collaudatore provvede, inoltre, unitamente al Direttore dei lavori, al controllo dei particolari esecutivi.

2 – per le strutture in cemento armato, il collaudatore, sempre unitamente al direttore dei lavori, deve verificare i dettagli costruttivi prima della esecuzione dei vari getti. L’attività di vigilanza e controllo del collaudatore si conclude con il certificato di collaudo da rilasciarsi dal collaudatore stesso anche ai sensi e per gli effetti dell’ art. 28 della citata legge n. 64/1974, da trasmettersi al competente Ufficio, nonché al Sindaco. Tale certificato di collaudo allorché rilasciato dallo stesso collaudatore di cui al terzo comma del precedente art. 3, è valido anche ai fini e per gli effetti degli artt. 7 e 8 della legge 5 novembre 1971, n. 1086 , fermo restando l’obbligo del direttore dei lavori degli adempimenti di cui all’ art. 6 della legge 1086 del 5 novembre 1971.”.

Di seguito i testi delle due leggi regionali unitamente alle note esplicative.

Legge Regionale n. 19 del 22 giugno 2017 
– Testo aggiornato della Legge Regionale n. 9 del 7 gennaio 1983 

Ultimo aggiornamento

28 Giugno 2017, 07:53