PETER HAMMILL IN CONCERTO NELLA BASILICA DI SAN GIOVANNI MAGGIORE: VENERDI 10 NOVEMBRE, ORE 21.30. BIGLIETTO SCONTATO PER GLI INGEGNERI ISCRITTI ALL’ORDINE

Data pubblicazione:
8 Novembre 2017

Peter Hammill, la leggendaria voce dei Van der Graaf Generator (gruppo storico del Progressive Rock), fa tappa a Napoli col suo nuovo tour promosso da Barley Arts, per un concerto nella Basilica di San Giovanni Maggiore.
Peter Hammill proporrà i brani del suo ultimo lavoro discografico dal titolo”>From the Trees”.
Per gli ingegneri iscritti all’Ordine di Napoli che intendano assistere al concerto di venerdì, il costo del biglietto per posti dalla prima alla ventesima fila è acquistabile a prezzo scontato: 18 euro, invece di 25. Il prezzo per i posti dalla ventunesima fila in poi è scontato a 13 euro, invece di 20. La stessa tariffa scontata è riservata a un eventuale accompagnatore.
Il biglietto è acquistabile al botteghino prima del concerto: per ottenere lo sconto va esibito il tesserino di iscrizione all’Ordine degli ingegneri di Napoli. E’ possibile anche prenotarsi, inviando ENTRO LE ORE 13 DI VENERDI una mail all’indirizzo: comunicazione@ordineingegnerinapoli.com, specificando nome e numero di iscrizione all’Albo.
L’elenco dei prenotati verrà trasmesso al botteghino per velocizzare le operazioni di bigliettazione.

DI SEGUITO ALCUNE NOTE INFORMATIVE SULL’ARTISTA
Hammill nasce a Londra nel 1948 e si impone nella scena rock internazionale negli anni Settanta come eclettico frontman dei Van Der Graaf Generator, dei quali è cantante, chitarrista, pianista, e pure autore principale dei testi. Hammill intraprende parallelamente anche l’attività da solista, cominciata nel 1971 e proseguita regolarmente fino ad oggi.
La band di Hammill merita di certo un posto di rilievo nel panorama del rock per l’originalità sia delle scelte musicali sia dei temi trattati: la loro musica è allo stesso tempo complessa ed essenziale, le atmosfere sono quasi gotiche e riflettono le tematiche delle liriche di Hammill che nascono dal dramma interiore e dal malessere esistenziale, ma pure temi fantascientifici, molto ricorrenti nel lavoro di Hammill con la sua band ma che poi scompariranno in quello da solista.
Il nuovo disco di Peter Hammill, dal titolo “From the Trees”, si propone come l’ideale seguito di “…All That Might Have Been…”, del 2014. Tutti i brani sono stati cantati e suonati interamente da Hammill stesso, ed addirittura qualche brano è stato suonato dal vivo.

L'immagine può contenere: 1 persona, sul palco e sta suonando uno strumento musicale
 

Ultimo aggiornamento

8 Novembre 2017, 17:19